Playstation Classic è stata già violata dagli Hacker

La “nuova” console nostalgia prodotta da Sony ovvero Playstation Classic è uscita da poco sul mercato ma è stata già hackerata.

Il merito non è solo degli hacker che hanno trovato il modo di violarla ma anche colpa degli sviluppatori che non hanno reso loro la vita difficile.

Sembra infatti che la mini console abbia due vulnerabilità il primo è la mancanza di un sistema di protezione che impedisca il caricamento di file dai drive usb in fase di avvio.

Mentre il secondo riguarda il codice sorgente della console, che sembra sia stato crittografato utilizzando una chiave che è però reperibile direttamente all’interno della console.

Questa doppia “svista” ha fatto in modo che gli hacker abbiano realizzato un software che permette di caricare su PlayStation Classic altri giochi rispetto a quelli già in memoria.

In queste versioni iniziali in realtà il software non è ancora stabile e oltre a non far funzionare correttamente tutti i giochi, porta ache al blocco di sitema, ma sicuramente si arriverà presto a una versione stabile e funzionante.

Il processore di PlayStation Classic è infatti un MediaTek MT8167A, non potentissimo ma molto versatile, e proprio la sua versatilità attirerà le attenzioni di smanettoni ansiosa di trasformare PlayStation Classic in qualcosa di più di un emulatore Playstation con giochi precaricati.

Fonte: arstechnica.com

Facebook Comments